Il teatro è una forma di artigianato; il cuore del teatro è nella relazione tra biografie, attraverso la condivisione di uno spazio e di un tempo. Senza queste prerogative per me non si può fare teatro.

Si può però riflettere sul teatro, anche a distanza; a me non dispiace farlo. Mi piace misurarmi con la parola e provare a raccontare il teatro che incontro e da cui sono attraversato.

Lo faccio dialogando con altri artigiani del teatro, con professionisti di altre discipline, lo faccio scrivendo, brevi pensieri che talvolta finiscono in dei saggi.

E’ un modo per condividere fuori dallo spazio e dal tempo e cercare, offrendosi, differenze e simiglianze con il teatro degli altri.

Qui potrete trovare i link al blog, alla pagina dove poter ordinare e ricevere i saggi, ed ai podcast che potete ascoltare liberamente.